SOSTANDO

 

I colori ondeggiano tra discontinui

chiaroscuri;

l’acqua è trangugiata dai sassi.

L’ultima neve si aggrappa al pendio,

specchiata;

frammenti che lasciano la riva,

scaglie che alternano lo scintillio

rapido e tremolante.

Voci,

confuse e distanti.

Il mio pensiero si fa sentiero

e prosegue la salita,

si fa silenzio e

si spegne

nel profondo, vasto e scomposto disegno

di una nuvola.